call conoscitiva

    Dimmi di te

    Vuoi fissare una call conoscitiva gratuita? Raccontami brevemente di cosa hai bisogno e ti contatterò per fissare un incontro online

    call conoscitiva

      Dimmi di te

      Vuoi fissare una call conoscitiva gratuita? Raccontami brevemente di cosa hai bisogno e ti contatterò per fissare un incontro online

      No products in the cart.

      arrow_upward arrow_upward

      Blog

      propositi per il nuovo anno

      (Non) propositi per il nuovo anno

      Quest’anno ho deciso di non fare propositi per il nuovo anno.

      In realtà ho perso questa abitudine da parecchio tempo. Da quando mi sono accorta che la maggior parte delle cose che decidevo di fare il 31 dicembre, poi non andavano quasi mai in porto.

      Quest’anno quindi più che propositi ho quelli che ho definito “non-propositi”, di cui ti voglio parlare in questo post. Post che arriva dopo tantissimo tempo dall’ultimo che ho scritto su questo blog. Per riprendere a raccontarmi e a condividere con te i miei contenuti, ho pensato fosse più utile dirti che tipo di business coach voglio essere nel 2024.

      La differenza sta proprio qui: parto da chi voglio essere e non da cosa voglio fare. E questo mi permette di decidere con maggiore consapevolezza gli obiettivi che voglio raggiungere e i piani d’azione per farlo.

      Che tipo di business coach voglio essere nel 2024?

      Nel 2023 sono successe molte cose. Del resto non accade sempre? Le nostre vite sono un insieme di tantissimi passaggi, alcuni dei quali sono microscopici, ma non per questo meno significativi. Siamo noi a non accorgercene e a ritenere – a volte – che nella nostra vita non accada nulla.

      Dicevo, nel 2023 nonostante io sia sparita dai radar dei social e abbia fatto solo sporadiche apparizioni, il “dietro le quinte” è stato impegnativo. E quello che mi è accaduto lo scorso anno ha determinato profondamente quelle che voglio siano le mie azioni nel 2024.

      Qualche tempo fa – per un corso di comunicazione efficace su Linkedin – mi è stato proposto di fare l’assessment sui Character Strengths (i punti di forza caratteriali) del VIA – Institute on Character (se ti incuriosisce puoi farlo anche tu: la versione base è gratuita). Questo test identifica 24 punti di forza caratteriali che rappresentano le parti positive della nostra personalità, e che influenzano il modo in cui pensiamo, sentiamo e ci comportiamo. Per me i risultati sono stati in parte una conferma di ciò che conoscevo già di me, ma sono diventati anche un modo per riflettere sul tipo di business coach che voglio (continuare a) essere nel 2024.

       

      1. Nel 2024 voglio essere una business coach più impegnata

      Impegnata in cosa? In questo caso non intendo avere più cose da fare, ma impegnarmi più attivamente per ciò in cui credo e che per me è importante. Il punto di forza caratteriale per cui ho totalizzato il punteggio più alto è “onestà, autenticità e integrità”, e la spiegazione che fornisce l’assessment è: “Sei una persona onesta, non solo perché dici la verità ma perché vivi la vita in modo genuino e autentico. Tieni i piedi per terra e non hai pretese; sei una persona vera”.

      Nel 2023 mi sono candidata per il Consiglio Direttivo di AICP – Associazione Italiana Coach Professionisti e sono stata eletta Responsabile Formazione nazionale. Non ho mai voluto impegnarmi in politica, non ho mai abbracciato nessuna causa con forza, non mi sono mai esposta. Finora. Probabilmente perché non c’era nulla che mi appassionasse così tanto, o forse perché pensavo di non poter contribuire. Ma a un certo punto ho detto – basta! Non posso continuare a lamentarmi di quello che succede nel mio settore e non fare niente per cambiare le cose. Il coaching è la mia professione, ma è anche qualcosa in cui credo profondamente. Impegnarmi in un’associazione professionale, e in particolare nella formazione dei coach, è il mio modo per occuparmi di ciò che faccio in modo più ampio. Voglio che il coaching si guadagni il posto che merita, e soprattutto voglio che la categoria sia rappresentata da professionisti seri e preparati. Dovevo trovare un modo concreto per aggiungere il mio piccolo contributo, e come il mio solito sono andata da 0 a 100 in pochi secondi…

       

      2. Nel 2024 voglio essere una business coach che sperimenta, sbaglia e prova strade nuove

      Avevo scelto come parola dell’anno 2023 “progress”. E in un certo senso l’ho abbracciata e vissuta. Ma oggi sento il bisogno di andare avanti. Essere un work in progress non significa solo accettare di non essere perfetta (cosa su cui ho lavorato l’anno scorso) ma anche saper cambiare idea. Da quando mi sono certificata come Designing your Life Coach ho finalmente messo in pratica concretamente tutto quello che negli anni avevo studiato e appreso sul Design Thinking. Voglio trasformare la mia attività di business coach in uno Studio di prototipazione (oddio, l’ho davvero scritto nero su bianco?!) grazie al quale aiutare le persone a progettare la loro vita e il loro lavoro abbracciando la loro creatività e sviluppando le loro competenze di Intelligenza Emotiva. Come lo farò? Anche questo è un work in progress, ma per realizzarlo utilizzerò “capacità di giudizio, pensiero critico e apertura mentale” (che rappresentano il mio secondo punto di forza caratteriale): “Pensare criticamente ed esaminare le cose da tutti i punti di vista è un aspetto importante di ciò che sei. Non salti alle conclusioni, e basi le tue decisioni solo sulle evidenze più solide. Sei capace di cambiare idea”.

       

      3. Nel 2024 voglio essere una business coach che si divertente

      Ti svelo un segreto: dopo Capodanno ho preso un mazzo di carte ispirazionali perché ero curiosa di sapere che cosa avevano da dirmi. La prima che ho pescato diceva “The universe works fast when I’m having fun”. Sbam! Io lavoro meglio quando mi diverto. Ho un bisogno irrefrenabile di rendere ciò che dico e che insegno divertente. Sono sarcastica e sì, qualche volta esagero, ma l’ironia resta uno dei miei valori fondanti, e io nel 2024 voglio divertirmi di più. Non a caso al terzo posto nella mia classifica dei character strengths c’è “umorismo e allegria”. Niente che non sapessi già: “Ti piace ridere e scherzare. Per te è importante far sorridere gli altri. Cerchi di vedere il lato buffo in tutte le situazioni”, ma quest’anno non voglio mai dimenticarmene, e soprattutto voglio cercare di accentuare ancora di più il mio lato weirdo. Per divertirmi io e far divertire i miei clienti.

       

      4. Nel 2024 voglio essere una business coach unica nel suo genere

      Collegato a quello precedente c’è il mio desiderio di accentuare la mia unicità. “Creatività, ingegnosità e originalità” fanno parte dei miei punti di forza caratteriali e sono la chiave per me per riuscire a comunicare il mio valore. “Pensare a nuovi modi di fare le cose è una parte cruciale di ciò che sei. Non sei mai soddisfatto di fare le cose in modo convenzionale se c’è un modo migliore di farle”. In passato pensavo di essere una persona che non si accontentava mai nel senso peggiore del termine. Era come se fossi alla continua ricerca di qualcosa di diverso… Come se nulla potessi rendermi completamente felice. Quella fase l’ho superata per fortuna, ma voglio incanalare quel mio non accontentarmi mai in qualcosa di positivo. Scendere dalla ruota del criceto ed essere ancora più intenzionale nelle mie scelte di vita e di lavoro, per trovare il modo migliore per fare ciò che faccio. Sono alla continua ricerca di qualcosa di nuovo, non perché incapace di apprezzare ciò che ho, ma perché non voglio accontentarmi di quello che so. L’apprendimento continuo è anche la promessa che faccio ai miei clienti: con me ci sarà sempre qualcosa di nuovo da sapere e sperimentare.

      A questo proposito apro una piccola parentesi. A gennaio ho tenuto una Masterclass per Boosterlab, dedicata ad approfondimenti sui concetti di vision, mission, purpose e obiettivi. Sapevo che sarebbe stata unica nel suo genere perché avevo tanti approfondimenti e contenuti nuovi da proporre. Ma non ho avuto il coraggio di dirlo. Ho tenuto un profilo basso e una volta terminata la Masterclass volevo mangiarmi le mani. Una delle persone che ha partecipato mi ha detto che era davvero tanta roba, che avevo trasmesso concetti che non aveva mai sentito prima. Un’altra mi ha chiesto di prevedere degli approfondimenti. Ci sto pensando. Ma soprattutto voglio imparare a non aver paura di dire chiaro e tondo che quello che sto proponendo è davvero unico. Se ti sei persa questa Masterclass e ti piacerebbe che la riproponessi, scrivimi!

       

      5. Nel 2024 voglio essere una business coach che si fa il mazzo

      Il mio lavoro mi piace. E da sempre lavoro sodo. La fatica non mi spaventa, e anche se non basta per riuscire e raggiungere il successo, rappresenta un importante fattore dell’equazione.

      Penso che la storia del garage in cui sono nate molte startup di successo sia stata spesso fraintesa. A fine 2006, quando ho fondato la mia prima azienda, sembrava che le startup avrebbero salvato il mondo, e soprattutto erano tutti convinti che bastasse un’idea (abbastanza buona) per fare milioni. Le idee non bastano. Come il lavoro e la fatica non bastano. Ma quando lavoro con i miei clienti metto in subito in chiaro una cosa: i percorsi con me non sono facili, c’è da sudare (molto) ma ci si diverte anche. Non avrebbe senso per me attraversare difficoltà, sopportare le giornate no (che ci sono, e a volte sono anche tante) se non fossi spinta da una forte motivazione intrinseca. So perché faccio quello faccio. So che tipo di contributo voglio portare nel mondo (e magari di questo parlerò più approfonditamente in un altro post) e so che sono pronta ad affrontare difficoltà e fatica per riuscirci. “Industriosità, diligenza e perseveranza” sono al quinto posto del mio Strenghts Profile e significano che “Lavori duramente per finire ciò che hai iniziato. Non conta il tipo di progetto, tu lo porti a termine bene e tempestivamente. Nonti distrai mentre lavori, e ti senti soddisfatto quando completi un compito”. Da sempre amo portare a termine progetti. I miei, ma anche quelli degli altri. Per quello se ne hai uno e me lo affidi, puoi star certo che io darò sempre il massimo per aiutarti a realizzarlo. Se ti va e senza impegno, possiamo anche fissare una call gratuita per parlarne.

       

      Bonus: Nel 2024 voglio essere una business coach più riposata

      Aggiungo un’altra cosa che voglio essere nel 2024 (anche se non fa parte dei miei character strengths): voglio essere una business coach che si riposa di più. Sono partita per le vacanze il 4 agosto 2023, e ho lavorato a pieno ritmo fino alla sera del 3 agosto. Ero stremata. Da mesi continuavo a ripetermi che avrei rallentato un po’, ma poi succedeva sempre qualcosa che mi teneva impegnata. Mi sono goduta pochissimo le vacanze: mi ci sono voluti almeno tre o quattro giorni per far capire al mio cervello che ero in ferie, e forse non ho fatto le scelte giuste. Il mio corpo e la mia mente avevano probabilmente bisogno di fermarsi per un po’, mentre io ero on the road, seguendo un itinerario che probabilmente non mi ha fatto godere pienamente ogni tappa. Il risultato è stato che sono rientrata dalle ferie ancora stanca, e la storia si è ripetuta nell’ultima parte dell’anno, quando a Natale ho avuto bisogno di 10 giorni di dolce far niente che comunque ho fatto fatica ad apprezzare, perché il mio cervello continuava a macinare pensieri e progetti.

      Nel 2024 voglio rallentare e prendermi i giusti spazi di riposo. Che a volte vuol dire comunicare ai miei clienti che quel weekend non lavoro, e che se non rispondo a mail o messaggi è del tutto normale. Rallentare non significa per tutti la stessa cosa. E soprattutto ognuno di noi ha una sua “velocità”. Io sono alla ricerca del MIO equilibrio, che sto definendo un po’ alla volta.

       

      E tu che persona vuoi essere nel 2024?

      Se ti va scrivimelo! E se vuoi approfondire questi temi ti consiglio di iscriverti alla mia newsletter: a breve tornerò a farmi ri-vedere anche lì, e ho un sacco di cose da raccontare.

      MICELA TERZI

      Nel mio blog scrivo di Business, Creatività, Journaling&Scrittura, Intelligenza Emotiva, Design Thinking e Obiettivi&Time Management. Se leggi qualcosa che ti piace condividilo sui tuoi social o lasciami un commento: mi fa piacere conoscere la tua opinione, e in più mi aiuterai a crescere.

      Parlo di...

      12journalsproject

      arrow_forward

      Business Coaching

      arrow_forward

      Journaling

      arrow_forward

      Life Coaching

      arrow_forward

      SCRIVO CONTENUTI PER:

      Logo the paper coach

      Breve descrizione di chi sono e cosa faccio

      Contatti